Osteopatia

E’ una terapia manipolativa, sviluppata alla fine dell’Ottocento dal medico americano Andrew Taylor Still, fondata sul contatto manuale per la valutazione e il trattamento del paziente.


L’osteopata analizza l’interconnessione e l’influenza reciproca tra i sistemi corporei con particolare attenzione al sistema muscolo-scheletrico, vascolare e neurologico.
In ambito osteopatico la metodologia diagnostica e terapeutica si fonda sul principio di relazione tra struttura e funzione e quindi si affrontano i sintomi specifici attraverso un approccio terapeutico indirizzato all' INTERA PERSONA.


L’osteopata, grazie alla palpazione, sviluppando un senso del tatto accentuato, identifica le disfunzioni somatiche e, manipolando il sistema connettivale che relaziona muscoli, ossa, vasi e nervi, favorisce le naturali tendenze del corpo alla guarigione. Un obiettivo del trattamento manipolativo osteopatico è proprio il ripristino della mobilità fisiologica con un conseguente miglioramento del metabolismo tessutale.

"La vita è movimento, il movimento è vita."

- Andrew T. Still